Giunta Comunale al lavoro a fine anno

Un fine anno scoppiettante e di intenso lavoro per l’Amministrazione Comunale e per gli uffici del Comune di Gangi

Comunicato n.
martedì, 31 Dicembre 2019

Un fine anno scoppiettante e di intenso lavoro per l’Amministrazione Comunale e per gli uffici del Comune di Gangi.
L’obiettivo della Giunta Migliazzo è stato quello di dare priorità ad alcuni lavori ormai necessari e nello stesso tempo quello di programmare importanti interventi per l’anno che verrà, senza dimenticare il cuore della vita sociale gangitana costituito dalle diverse associazioni presenti nella comunità.

 

Mi sento di ringraziare tutti i componenti della mia giunta afferma il Sindaco di Gangi – ognuno di loro in questi mesi si è speso, anche oltre le proprie possibilità, per garantire l’ordinario e lo straordinario. Tutti i miei Assessori hanno dimostrato di essere all’altezza del loro compito con uno spirito di squadra che ha fatto la differenza in molte occasioni e che ha consentito di ottenere risultati prima impensabili. Un grazie va anche ai dirigenti e a tutto il personale del Comune che ci hanno coadiuvato in maniera sempre impeccabile”.

 

Questi i principali interventi deliberati a dicembre:

– Approvazione progetto per i lavori di manutenzione straordinaria marciapiedi di Via Nazionale (Il progetto prevede la sostituzione delle basole rotte e la sistemazione del sottofondo del marciapiedi) – importo complessivo € 20.000,00

– Approvazione progetto per i lavori di manutenzione straordinaria rete fognaria (Il progetto prevede la manutenzione della rete fognaria del Comune di Gangi) – importo complessivo € 50.000,00

– Approvazione progetto per i lavori di manutenzione straordinaria da eseguirsi nella strada comunale Maria Verginella (il progetto prevede la sistemazione del versante in frana della strada che collega la contrada Pascovaglio) – importo complessivo € 25.000,00

– Approvazione progetto per i lavori di manutenzione straordinaria di tratti di condotta idrica sorgenti Catarineci (il progetto prevede il rifacimento di un tratto di condotta di una delle migliori sorgenti del Comune di Gangi) – importo complessivo € 18.000,00

– Lavori di manutenzione straordinaria delle strade comunali – Tratto Corso Umberto I – prospiciente Palazzo Bongiorno (il progetto prevede la sistemazione di un tratto del Corso Umberto I) – importo complessivo € 12.890,00

– Approvazione progetto per la manutenzione straordinaria immobili comunali – importo complessivo € 6.000,00

– Approvazione progetto per la manutenzione straordinaria da eseguirsi nei drenaggi utilizzati per l’approvvigionamento idrico del bevaio denominato “Acquagrande” sito in C.da Cavaliere e la regimentazione delle acque nell’area limitrofa (il progetto è stato realizzato per eliminare una delle cause della frana in c.da Cavaliere) – importo complessivo € 25.000,00

– Approvazione progetto esecutivo per la sostituzione della caldaie nella scuola media (si sostituiranno le vecchie caldaie a gasolio con nuove a gas) – importo complessivo € 42.728,60

– Approvazione progetto esecutivo dei lavori per l’adeguamento dei locali esistenti presso il foro boario del Comune di Gangi ad Ambulatorio Veterinario (sarà un presidio zonale per la cura animali) – importo complessivo € 11.593,40

– Lavori di manutenzione straordinaria da eseguirsi nel Viale delle Rimembranze – importo complessivo € 28.100,26

– Affidamento dei lavori di completamento del complesso polivalente F.sco Raimondi – importo complessivo € 20.000,00

Il Comune ha, inoltre, provveduto a conferire degli incarichi di progettazione per realizzare delle importanti opere nel 2020, in particolare:

– L’Affidamento a trattativa privata dell’incarico per la redazione del piano di sicurezza a corredo del progetto esecutivo per la Realizzazione di un parcheggio con verde pubblico nell’isolato C12 A in Via Porta di Malta

– L’Affidamento a trattativa privata dell’incarico per la redazione del progetto esecutivo per la Realizzazione di un parcheggio con verde pubblico nell’isolato C12A in Via Porta di Malta (il progetto servirà a adre seguito al piano particolareggiato del Comune che consente nuovi parcheggi nel centro storico del Comune)

– L’Affidamento trattativa privata dell’incarico per la redazione del progetto esecutivo e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione del: ”Progetto per la tutela e la valorizzazione del Parco Urbano e dell’area attrezzata di Pianette”

– L’Affidamento a trattativa privata dell’incarico per l’aggiornamento al prezziario regionale 2019 del progetto esecutivo per il riutilizzo dell’ex casa mandamentale in museo ambientale, 1° lotto , per l’aggiornamento prezzi, l’individuazione di un 1° stralcio funzionale e la definizione del progetto di completamento del 2°

Per ultima la delibera del 31 dicembre che quest’anno ha voluto dare un sostegno molto largo e consistente alle associazioni che hanno presentato dei progetti secondo il regolamento comunale delle associazioni.

Viabilità fra Gangi e San Mauro: altri 2 milioni per la manutenzione

L'incontro per cercare di risolvere le problematiche della strada provinciale 52 e dalla strada provinciale 60

Comunicato n.
lunedì, 30 Dicembre 2019

A Palazzo Comitini di Palermo, ieri un incontro per cercare di risolvere le problematiche inerenti lo stato di forte degrado nel quale versa l’asse viario, costituito dalla strada provinciale 52 e dalla strada provinciale 60, che collega il comune di Gangi con quello di San Mauro Castelverde.
Erano presenti per la Città Metropolitana di Palermo il Sindaco Leoluca Orlando, il Capo di Gabinetto Anna Maria Mirto, il Dirigente alla Viabilità Salvatore Pampalone e il Funzionario Elio Venturella, e per il territorio madonita il Sindaco di Gangi, Francesco Migliazzo, il Sindaco di San Mauro Castelverde, Giuseppe Minutilla e il Coordinatore tecnico Area Interna Madonie, Alessandro Ficile.
Leoluca Orlando ha raccolto l’appello dei rappresentanti del territorio madonita e si è assunto l’impegno di destinare agli interventi di ripristino dell’asse viario, ulteriori 2 milioni di euro che andranno ad aggiungersi ai 2 milioni messi a disposizione dai Programmi Finanziari Regionali, derivanti dall’Apq nazionale. Questo atto è possibile anche grazie alla collaborazione con il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che ha istituito l’Ufficio Speciale di Progettazione che lavora in sinergia con l’Ufficio Tecnico della Città Metropolitana Ufficio che ha messo a disposizione per l’Uspregionale anche gli esiti dei sondaggi geognostici espletati con decreto del Sindaco che a questo scopo ha impegnato 60 mila euro di fondi.

Campagna Amica, piantato all’Istituto Salerno di Gangi l’orto scolastico

Gli studenti dell’Istituto Salerno hanno imparato a piantare gli ortaggi che cureranno fino alla vendita diretta

Comunicato n.
giovedì, 26 Dicembre 2019

Anche l’Istituto Salerno di Gangi da oggi ha il suo orto scolastico. E’ stato presentato questa mattina il progetto Educazione alla Campagna Amica che Coldiretti, con il contributo di Donne Impresa e Fondazione Campagna Amica, sta proponendo e realizzando a livello nazionale presso le scuole primarie e secondarie per far comprendere ed apprendere ai ragazzi l’importanza di una sana e corretta alimentazione.
Con l’aiuto di Damiano Cracolici e Nicola Dongarrà gli studenti dell’Istituto hanno imparato a piantare gli ortaggi che cureranno fino alla vendita diretta. Tra loro anche Mustapha, 19 anni, arrivato dal Gambia che oggi frequenta il secondo anno dell’Ite. Ed è bravissimo – dicono i professori.
Per l’orto della scuola sarà utilizzata un’area adiacente all’edificio scolastico, recuperando uno spazio inutilizzato e prestando particolare attenzione ai valori della biodiversità, della sostenibilità, degli elementi di memoria e cultura locale recuperando – ove possibile – usi e pratiche tradizionali.
Un progetto attento all’agricoltura sostenibile attraverso l’utilizzo di cultivar locali e sementi geneticamente non modificate avviare nella conduzione dell’orto pratiche di compostaggio, risparmio idrico ed energetico.
L’orto verrà gestito con la più ampia partecipazione degli alunni dell’istituto e con il supporto e la collaborazione della intera comunità scolastica (docenti, personale ATA) e le famiglie degli alunni. Tutte le attività proposte utilizzeranno modalità didattiche che favoriscono un approccio interdisciplinare, partecipato e basato su attività pratiche, laboratoriali. Inoltre, a cura dell’ufficio stampa regionale Coldiretti, verranno realizzati dei filmati che racconteranno i vari momenti didattici che hanno accompagnato i ragazzi durante questo progetto

Valerio Massimo Manfredi incanta a Gangi: “La Lingua è la chiave di tutto”

Una Lectio Magistralis sul valore dell’Europa, che deve la civiltà all’Italia secondo l’autore e lo ribadisce con orgoglio

Comunicato n.
giovedì, 26 Dicembre 2019

Civiltà sfolgoranti. Quando Valerio Massimo Manfredi comincia a parlare, la platea dell’istituto Salerno di Gangi non sa ancora che per due ore rimarrà incantata davanti alle parole del famoso scrittore, un oratore, un fuoriclasse che cattura l’attenzione di tutti, soprattutto dei più giovani. Tante le domande e le osservazioni da parte dei ragazzi che con il celebre autore entrano nel vivo di una discussione che sarà un elogio all’Italia culla dell’Umanesimo e civiltà tra le civiltà.
Una Lectio Magistralis sul valore dell’Europa, che deve la civiltà all’Italia secondo l’autore e lo ribadisce con orgoglio per poi, con la stessa passione, insistere sulla responsabilità che è di tutti, anche dei giovanissimi. Chi non è disposto a faticare e ad ottemperare ai propri doveri di cittadino non può essere custode di quest’eredità che è la nostra nazione. Il senso nobile del termine patria, del valore delle lingue classiche che non sono morte, ma sono e basta. “La lingua è la chiave di tutto, per leggere, per capire, per avere entusiasmo, per tremare”.
Un incontro organizzato nel dettaglio dal dirigente scolastico dell’istituto Salerno Ignazio Sauro che accoglie l’autore in maniera impeccabile e aprendo le porte alla comunità permette a tutti di poter godere di un appuntamento formidabile. Si replica infatti nel primo pomeriggio fino a sera alla presenza della cittadinanza, del sindaco di Gangi Francesco Migliazzo e dell’assessore alla Cultura Marilina Barreca che hanno ringraziato personalmente lo scrittore per la visita, unica in Sicilia, a Gangi. Hanno collaborato all’evento ModusVivendi la libreria indipendente di Palermo che ha sede in via Quintino Sella e l’Associazione Fuorilogos di Gangi. L’autore ha firmato le copie dei suoi libri a tutti i presenti e ha risposto alle domande anche fuori dal dibattito, confermandosi instancabile narratore. Il ritorno in Sicilia è garantito in veste di archeologo probabilmente al tempio di Selinunte in questo “Sud che è una terra benedetta da Dio”.

A Gangi si regalano le case

Comunicato n.
martedì, 10 Dicembre 2019

A Gangi si regalano le case. Lo dicono Il Sole 24 Ore e  La Stampa.
Ottima idea che potrebbe avere un gran successo anche in tanti altri angoli di Sicilia. Idea a costo zero che tanti sindaci dovrebbero prendere in seria considerazione.
Lo dicono il Sole 24 Ore e La Stampa:
‘Dove Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi ha fallito, Giuseppe Farrarello ha centrato l’obiettivo. In entrambi i casi siamo in Sicilia. Ferrarello è sindaco di Gangi, in provincia di Palermo. L’obiettivo è quello di ripopolare il paese disabitato per le  troppe persone che si sono trasferite in periferia nelle case nuove.
Della vicenda se ne occupa oggi La Stampa in edicola con un reportage di Laura Anello. La novità è rappresentata dalla volontà di molti privati di regalare la vecchia casa, non volendo più gestire un immobile senza mercato. Sono 11 gli edifici abbandonati nel paese di 7mila persone a 110 chilometri da Palermo. Come tipologia sono le case immortalate di recente da Giuseppe Tornatore nel film Barria, con le mucche a piano terra e le persone ai piani superiori.
Siamo a mille metri di altitudine. Le altre dieci palazzine sono state opzionate da una società di Ravenna che vuole  realizzare un albergo diffuso. Si sono aggiunte altre tre palazzine da regalare: sono giunte molto domande di privati interessati.
I primi acquirenti sono una coppia di Caltanissetta intenzionata a portarci i bambini nel fine settimana, una volta ristrutturata la casa con una spesa prevista tra i 20mila e i 25mila euro.’

 

In Sicilia si regalano le case: a Gangi (Palermo) primi acquirenti a costo zero
Dove Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi ha fallito, Giuseppe Farrarello ha centrato l’obiettivo. In entrambi i casi siamo in Sicilia. Ferrarello è sindaco di Gangi, in provincia di Palermo. L’obiettivo è quello di ripopolare il paese disabitato per le troppe persone che si sono trasferite in periferia nelle case nuove.
Della vicenda se ne occupa oggi La Stampa in edicola con un reportage di Laura Anello. La novità è  rappresentata dalla volontà di molti privati di regalare la vecchia casa, non volendo più gestire un immobile  senza mercato. Sono 11 gli edifici abbandonati nel paese di 7mila persone a 110 chilometri da Palermo.
Come tipologia sono le case immortalate di recente da Giuseppe Tornatore nel film Barria, con le mucche a piano terra e le persone ai piani superiori.
Siamo a mille metri di altitudine. Le altre dieci palazzine sono state opzionate da una società di Ravenna che vuole realizzare un albergo diffuso. Si sono aggiunte altre tre palazzine da regalare: sono giunte molto  domande di privati interessati.
I primi acquirenti sono una coppia di Caltanissetta intenzionata a portarci i bambini nel fine settimana, una  volta ristrutturata la casa con una spesa prevista tra i 20mila e i 25mila euro.

Gangi è tra i 202 borghi più belli d’Italia

Comunicato n.
lunedì, 9 Dicembre 2019

Consegnata la certificazione di qualità da parte del direttore del Club Umberto Forte Gangi è tra i 202 borghi più belli d’Italia Dopo quello di comune turistico e paese a economia prevalentemente turistica, Gangi ottiene anche la certificazione di qualità che sancisce l’ingresso del comune madonita tra i 202 borghi più belli d’Italia. La consegna ufficiale è avvenuta da parte di Umberto Forte, direttore del Club dei Borghi più belli d’Italia, al sindaco di Gangi, Giuseppe Ferrarello.  “Non è stato semplice – ha detto il primo cittadino – soddisfare tutti i criteri e i requisiti di ammissione a questo prestigioso ed esclusivo club. A nostro vantaggio sono andati gli sforzi profusi per la pulizia del centro abitato, i regolamenti comunali per la riqualificazione urbana, un’ottima programmazione delle opere pubbliche, progetti realizzati come il parcheggio sotto Piazza San Paolo o da realizzare come il percorso turistico per non vedenti, la piazzola per camper, la riqualificazione di Piazza Valguarnera, il rivestimento in pietra dei muri di Via Nazionale ma anche le diverse manifestazioni culturali e storiche che permettono di destagionalizzare le presenze turistiche”.
Alla cerimonia c’era anche il sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna: “Gangi e Geraci è l’unica unione dei comuni in Italia che fa parte dei borghi più belli, mi auguro che assieme a Sperlinga e Cefalù si possa creare un itinerario turistico unico lungo la direttrice della SS120 che unisce i 4 parchi naturali di Sicilia”.
“A Gangi – ha detto il direttore del Club – ho visto cose magnifiche, ma si può migliorare per raggiungere l’eccellenza, per questo abbiamo imposto alcune prescrizioni che sono state sottoscritte e firmate col sangue dal sindaco Ferrarello e fra due anni rifaremo la nuova ispezione. L’ingresso nel Club offre notevoli vantaggi sia in termini di promozione del territorio, di commercializzazione dell’offerta turistica sia di valorizzazioni delle produzioni tipiche. Ogni anno pubblichiamo una guida, distribuita in 85 mila copie, che permette di conoscere i nostri borghi: chi fa parte del Club ha un incremento turistico dal 25 al 50%”.
Articolo tratto da: http://sicilia.travelnostop.com

 

IERI LA CONSEGNA DELLA CERTIFICAZIONE DA PARTE DEL DIRETTORE UMBERTO FORTE

SICILIA:  GANGI (PA), Tra i 202 borghi più belli d’Italia  E’ stato  Umberto  Forte,  direttore  del  Club dei  Borghi  più  belli  d’Italia,  a  consegnare ufficialmente  al  sindaco  di  Gangi,  Giuseppe  Ferrarello, la  certificazione  di qualità che sancisce l’ingresso del comune madonita tra i 202 borghi più belli d’Italia.

(nella  foto  il  sindaco  di  Gangi  (PA)  Giuseppe  Ferrarello,  il  direttore  del  Club  dei  Borghi  Umberto  Forte  il  sindaco  di  Geraci Siculo (PA) Bartolo Vienna e il presidente del consiglio comunale di Gangi (PA) Francesco Migliazzo).

Alla  cerimonia  di  ieri  sera,  che  si  è  tenuta nella  splendida  cornice  di  Palazzo Bongiorno,  hanno  preso  parte  anche  i sindaci di Geraci Siculo, Bartolo Vienna e Sperlinga,  Pino  Matarazzo,  ma  anche  il procuratore  della  repubblica  di  Catanzaro Santi  Consolo.  A  fare  gli  onori  di  casa  il presidente  del  consiglio  comunale Francesco  Migliazzo:  “Questo riconoscimento  formale  è  il  segno tangibile  degli  sforzi  profusi  al  fine  di valorizzare  il  nostro  patrimonio  artistico, monumentale ed ambientale”.

Per Gangi, quello dei borghi più belli d’Italia è un riconoscimento che arriva dopo quello di comune turistico e paese a economia prevalentemente turistica.

“Non  è  stato  semplice – ha  detto  il  sindaco  di  Gangi  Giuseppe Ferrarello – soddisfare  tutti  i  criteri  e  i  requisiti  di  ammissione  a questo  prestigioso  ed  esclusivo  club.  A  nostro  vantaggio  sono  andati gli  sforzi  profusi  per  la  pulizia  del  centro  abitato,  i  regolamenti comunali  per  la  riqualificazione  urbana,  un’ottima  programmazione delle  opere  pubbliche,  progetti  realizzati  come  il  parcheggio  sotto Piazza  San  Paolo  o  da  realizzare  come  il  percorso  turistico  per  non vedenti,  la  piazzola  per  camper,  la  riqualificazione  di  Piazza Valguarnera,  il  rivestimento  in  pietra  dei  muri  di  Via  Nazionale  ma anche le diverse manifestazioni culturali e storiche che permettono di destagionalizzare le presenze turistiche”.

Alla cerimonia anche il sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna: “Gangi e Geraci è l’unica unione dei comuni in Italia che fa parte dei borghi più belli, mi auguro che assieme a Sperlinga e Cefalù si possa creare un itinerario turistico unico lungo la direttrice della SS120 che unisce i 4 parchi naturali di Sicilia”.

“Sono 202 i borghi più belli d’Italia il 70 per cento li ho certificati io – ha detto il direttore del Club Umberto Forte – a Gangi ho visto cose magnifiche, ma si può migliorare per raggiungere l’eccellenza, per questo abbiamo imposto alcune prescrizioni  che  sono  state  sottoscritte  e  firmate  col  sangue  dal  sindaco  Ferrarello  e  fra  due  anni  rifaremo  la  nuova ispezione.  L’ingresso  nel  Club  offre  notevoli  vantaggi  sia  in  termini  di  promozione  del  territorio,  di commercializzazione  dell’offerta  turistica  sia  di  valorizzazioni  delle  produzioni  tipiche.  Ogni  anno  pubblichiamo  una guida, distribuita in 85 mila copie, che permette di conoscere i nostri borghi. I dati in nostro possesso ci dicono che chi fa parte del Club ha un incremento turistico dal 25 al 50 per cento”.

Comunicato stampa Comune di Gangi (PA) Pubblicato su: http://www.assarca.com

 

Altopiano di Gangi

Il CENTRO GEOGRAFICO DELLA SICILIA di Giuseppe Casamento

Comunicato n.
lunedì, 9 Dicembre 2019

La ricerca geografica sulla Sicilia, attraverso l’osservazione cartografica, conduce alla individuazione del Centro Geografico della Sicilia in una località all’interno dell’Isola, dove coincidono il Centro Orografico, inteso come luogo di convergenza dei tre spartiacque primari siciliani, ed il Centro Idrologico, inteso come luogo di origine delle tre aste fluviali siciliane principali, quelle cioè che delimitano i tre territori siciliani che sottendono alle suddette linee spartiacque.

Tale luogo si riscontra nell’Altopiano di Gangi. E’ là che si raccordano i maggiori rilievi dei sistemi montuosi relativi alle tre aree in cui la Sicilia è suddivisibile secondo la sua forma geometrica assimilabile ad un triangolo. Si tratta del massiccio delle Modonie, attestato all’estremità orientale del sistema montuoso della Sicilia Occidentale; della catena montuosa dei Nebrodi, attestata all’estremità occidentale del sistema montuoso della Sicilia Nord-Orientale, del quale sistema occupa una parte -consistente; e infine dell’altopiano dei Monti Erei, attestato nel settore nord-occidentale del sistema montuoso della Sicilia Sud-Orientale.

Ed è dalla stessa area che originano i solchi di scorrimento fluviale che delimitano le suddette aree. Si tratto dell’asta fluviale Simeto-Salso- Sperlinga, che separa la Sicilia Nord-Orientale dalla Sicilia Sud-Orientale, dell’asta fluviale Imera Meridionale-Salso-Gangi-Capuano, che separa la Sicilia Sud-Orientale dalla Sicilia Occidentale e dell’asta fluviale Pollina-Calabrò-Rainò, che separa la Sicilia Occidentale dalla Sicilia Nord-Orientale. Ciascuna di queste tre aste fluviali presenta almeno un impluvio che risale in direzione del centro idrologico.

Per maggiore precisione, il luogo dell’Altopiano di Gangi dove si riscontra il centro geografico della Sicilia va individuato alla quota altimetrica di circa 930 m s.l.m., alla base dello spigolo sudorientale del piccolo rilievo denominato Rupe Rossa, alto m 999, in contrada Soprano. Questo rilievo si situa all’interno di un rilievo maggiore denominato Balza di Pezzalunga, nell’area di raccordo fra il massiccio delle Madonie e l’altopiano degli Erei. Il raccordo orografico fra Nebrodi ed Erei si riscontra invece, sempre nell’Altopiano di Gangi, me poco a nord del centro geografico, nel Piano di Comunello.

 

Defibrillazione in Piazzetta Zoppo

Comunicato n.
lunedì, 9 Dicembre 2019

SI AVVISA LA CITTADINANZA
CHE PRESSO LA PIAZZETTA ZOPPO DI GANGI E’ INSTALLATO
UN DEFIBRILLATORE DONATO ALL’AMMINISTRAZIONE
COMUNALE DAL CENTRO COMMERCIALE NATURALE DI
GANGI.

Maltempo, lavori di messa in sicurezza del torrente Gangi per 137 mila euro

Primi interventi urgenti in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito l’intero territorio alla fine dell'anno scorso.

Comunicato n.
mercoledì, 20 Novembre 2019

A Gangi, primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno colpito l’intero territorio siciliano tra ottobre e novembre dello scorso anno. La Giunta regionale aveva dichiarato lo stato di calamità naturale e, successivamente, il Governo nazionale lo stato di emergenza. Il progetto prevede l’intervento di pulitura su alcune porzioni del torrente Gangi che a causa delle abbondanti precipitazioni in alcune zone era esondato con un effetto dirompente sia sulle aste fluviali, tanto da creare allagamenti e smottamenti diffusi, sia sulle strade con formazione di frane e scivolamenti di materiali detritici, mettendo a rischio la pubblica e privata incolumità.
I tecnici del dipartimento regionale della protezione civile dopo sopralluoghi avevano individuato le zone dove effettuare gli interventi: sul torrente Gangi in contrada Sacupo con la pulitura del tombino danneggiato, di un tratto dell’alveo del torrente e ripristino della sede stradale per circa 300 metri; in contrada Piano, pulitura dell’alveo e fornitura e posa in opera di gabbioni metallici; in contrada Piano Vuoci, ripristino muro di spalla di attraversamento in calcestruzzo completo di guardrail e sistemazione tratto torrente con posa in opera di materasso-reno e gabbioni metallici; in prossimità dell’attraversamento sulla strada provinciale 62 pulitura dell’alveo per circa 350 metri; in c.da Terrati in prossimità del depuratore comunale e dell’attraversamento carrabile pulitura dell’alveo e in contrada Casalgiordano-Terrate, presso attraversamento carrabile pulitura dell’alveo.
I lavori inizieranno la prossima settimana e il comune di Gangi si è impegnato a rendere disponibili in tempi brevi le eventuali aree di proprietà privata che potessero essere interessate nella esecuzione dei lavori che saranno effettuati dalla ditta “Ecol 2000 Srl” di Messina. L’ammontare complessivo dell’intervento è stato stimato in 200 mila euro la Ecol 2000 Srl ha ha offerto un ribasso netto del 8,95% che ha determinato un importo dei lavori di € 127,47 mila euro oltre agli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso pari a 10 mila euro, per complessivi 137,47 mila euro. I lavori, ricorrendo i presupposti della somma urgenza, dovranno essere compiuti entro 90 giorni.
Il sindaco di Gangi Francesco Migliazzo dichiara: “L’approssimarsi della stagione invernale ha reso necessario e ormai indispensabile l’intervento di pulizia degli alvei del nostro torrente. Ci tengo a ringraziare personalmente e a nome di tutta l’ amministrazione che rappresento il direttore regionale della Protezione Civile Calogero Foti per aver mantenuto un impegno preso col sottoscritto qualche mese fa e per avere permesso di mettere in sicurezza un territorio dal pericolo di traci m amenti o inondazioni”.

Ambiente, pulizia e decoro: un premio dai comuni fioriti al borgo di Gangi

Importante riconoscimento che ha valutato positivamente l’ambiente di vita, la pulizia e il decoro

Comunicato n.
lunedì, 11 Novembre 2019

Dopo Geraci Siculo, anche il borgo madonita di Gangi riceve il marchio nazionale di qualità “Comune Fiorito”. Alla finale del concorso nazionale dei Comuni fioriti, che si è tenuta a Pomaretto, in provincia di Torino, è stato consegnato al Comune di Gangi un importante riconoscimento che oltre a certificarne la qualità del verde e delle fioriture, ha valutato positivamente l’ambiente di vita, la pulizia e il decoro, ma anche tutte quelle iniziative poste in essere dal Comune per migliorare la vivibilità.
Un importante riconoscimento sulla sostenibilità ambientale che assieme a Gangi, in Sicilia, ha premiato i Comuni di Sinagra, Terme Vigliatore, Santo Stefano di Camastra, Tusa e Geraci Siculo. Mentre per gli altri comuni siciliani è arrivata solamente la certificazione di Comune fiorito. In più al Comune di Forza D’Agro è andato il premio Uncem (Unione Nazionale Comuni Montani) e al comune di Mongiuffi Melia il premio per la partecipazione cittadina.
Ottima esperienza per la giovanissima Giusy Migliazzo, 16 anni, studentessa del terzo anno del liceo scientifico con la passione per lo sport e la moda, che ha rappresentato il Comune di Gangi al concorso nazionale Miss Comuni Fioriti. Il sindaco Francesco Migliazzo dichiara: “Eravamo consapevoli che quest’anno ci sarebbe stata una dura prova da superare: ottenere la certificazione di qualità come comune che ha a cuore le sorti del verde della propria città. Abbiamo vinto questa sfida, consapevoli che ancora c’è tanto da fare, e ne siamo molto orgogliosi, Gangi ha una certificazione di qualità importante riconosciuta da un ente terzo. All’obiettivo si è arrivati con uno sforzo corale, ma soprattutto di qualche nostro volontario che quotidianamente si spende per mantenere il nostro verde, è giusto ringraziare pubblicamente Nicolò Angilello e la squadra del servizio civile gangitano, Vincenzo Restivo, Franco Ferrarello e Anna Notararigo. Un ringraziamento particolare va anche a Giusi Migliazzo e alla sua famiglia per la preziosa partecipazione al concorso di Miss Comuni Fioriti”.